Promo

Speciale PromoPromo

Eventi

Nuovo EventiEventi

Tourist Friends

Tourist Friends

Meteo in Puglia

Meteo in Puglia

Social Network

Seguici su Facebook

Home Escursioni Valle D'Itria
Trulli - Murgia e Valle D'Itria PDF Stampa E-mail

TrulliL’Altopiano delle Murge si estende da nord-ovest a sud-est tra la bassa valle dell’Ofanto e la parte settentrionale della penisola salentina.

Il terreno è costituito da calcari bianco – grigiastri che trovano largo impiego come materiali da costruzione. L’assenza di corsi d’acqua ha impedito la formazione di veri e propri sistemi vallini; assai frequenti sono invece i fenomeni carsici. Nella regione prevale un’economia di tipo agricolo: vigneti e oliveti.

Sulla Murgia sorge Castellana Grotte nota principalmente per il complesso carsico delle Grotte di Castellana, tra i più vasti e suggestivi d’Italia.

La visita turistica si snoda lungo uno scenario affascinante per circa 1 km. L'itinerario più lungo, richiede due ore e si sviluppa per 3 km, tra caverne e voragini dai nomi mitologici o fantastici. Dalla Grave alla Grotta Nera o della Lupa Capitolina, dopo aver superato il Cavernone dei Monumenti, la Calza e la Caverna della Civetta, attraversato il Corridoio del Serpente, la Caverna del Precipizio ed il Piccolo Paradiso, si procede per il lungo Corridoio del Deserto detto anche il Grand Canyon sotterraneo, quindi si raggiunge la Caverna della Torre di Pisa, il limpido Laghetto di acqua di stillicidio, il Corridoio Rosso, la Caverna della Cupola ed infine passando dal luccicante Laghetto di Cristalli, si giunge nella straordinaria Grotta Bianca, definita la più bella grotta del mondo, luminosa e splendente.

La Valle d'Itria è una porzione di territorio della Puglia centrale, a cavallo tra le province di Bari, Brindisi e Taranto. Il suo territorio coincide con la parte meridionale dell'altopiano delle Murge. La principale peculiarità della valle sono i trulli, tipiche ed esclusive abitazioni in pietra a forma di cono.

Quando si dice trullo, la memoria corre immediatamente ad Alberobello, città dei trulli per antonomasia, ma con una importante differenza rispetto alle altre zone delle Murge: qui, infatti, i trulli non sono per lo più isolati ed adibiti a ricovero agricolo, ma riuniti a gruppi e allineati lungo le vie scoscese e tortuose che si arrampicano lungo i fianchi di un’intera collina, costituendo dei veri e propri quartieri.

Questa particolare tipologia edilizia dal tetto cupoliforme, interamente realizzato con pietre calcaree lavorate, sovrapposte a secco l’una sull’altra e sistemate in cerchi concentrici digradanti, rappresenta l’espressione di un’architettura tra le più originali della regione, al punto che l’intero complesso è stato inserito nell’elenco redatto dall’UNESCO dei beni italiani facenti parte del patrimonio dell’umanità.

Alberobello sorge su due rilievi collinari; sul colle orientale vi è la città nuova con caratteristiche architettoniche moderne; sull'altra sommità, disposta ad occidente, si allineano i "trulli", in un agglomerato urbano sudpiso in due rioni: Monti e Aia Piccola.

Il paesaggio agrario è caratterizzato da una folta vegetazione di mandorli e ulivi che prospera su un terreno carsico.

Il viaggio nella Valle d’Itria continua con la visita di altre suggestive città:

Locorotondo, famosa per il vino bianco “Locorotondo”; la città appartiene all'associazione de "I borghi più belli d'Italia". La città era detta fino a metà ottocento "Luogorotondo" per la caratteristica forma rotonda dell'abitato.

Fasano, città che segna il confine fra il Salento e la Terra di Bari. Il comune, insieme alla vicina Cisternino, fu aggregato alla nuova provincia nel 1927.

Particolarmente suggestiva è la Selva di Fasano una collina che domina la valle e la città di Fasano, si affaccia sul territorio dei trulli e delle grotte, offrendo numerose vedute panoramiche e quiete a chi voglia percorrerne a piedi i viali alberati.

A pochissimi km., lo Zoo Safari anch'esso situato sulle colline adiacenti, dove sono presenti attrazioni, giochi, ristoranti, ma soprattutto numerosissime specie animali, parzialmente tenute allo stato selvatico.

Martina Franca, nota per il festival musicale della Valle d'Itria, fondato nel 1975 da Alessandro Caroli, sorge sulle propaggini meridionali della Murgia, al confine delle province di Taranto, Brindisi e Bari.

Elegante cittadina situata a 431 m. di altezza sul livello del mare, adagiata su una delle ultime colline meridionali della Murgia sud-orientale, Martina Franca domina l'incantevole Valle d'Itria, splendida distesa verde biancheggiante di trulli.

OstuniLa maggiore attrattiva della città è senza dubbio costituita dal caratteristico centro storico, splendido esempio di arte barocca, con le sue stradine, i suoi bianchi vicoli, i palazzi signorili e le maestose e monumentali chiese. Martina Franca gode di un ricco paesaggio punteggiato dalle antiche "casedde", i famosi trulli e dalle tipiche costruzioni delle masserie, preziose testimonianze dell'archeologia industriale.

Segnaliamo ancora altre località magiche come Monopoli,  Savelletri, Torre Canne, Cisternino Ostuni la famosissima "Città Bianca".

Prodotti Tipici

Particolarmente noto è il vino prodotto a Locorotondo, riconosciuto come DOP

Queste località sono distanti tra loro pochissimi km, pertanto Puglia Open Tour propone escursioni organizzate nella Valle D’Itria.

 

Puglia Open Tour, collaborando con i principali Tour Operator italiani, Vi suggerisce sempre nella stessa zona:

 

 

Le nostre Escursioni

Prova il Segway

Sfoglia il Volantino

Partner & Sponsor

Garden Preziosi Gioelleria

Bisciù

Vedi tutti...